mercoledì 30 marzo 2016

Bubblegum - Ep. 05


OzxhTiZRi Hwan sa chi e cosa vuole: Haeng Ah. Quest'ultima, invece, avrà capito cos'è che prova per Ri Hwan? E Yi Seul che intanto si è innamorata di Ri Hwan se ne starà solo a guardare? Ecco a voi l'Ep. 5! 
                                                       Gli episodi sono come sempre disponibili nel Forum



                               



venerdì 25 marzo 2016

Nuova Rubrica! Impara il coreano con Colorful!


Ciao a tutti ragazzi!
Abbiamo deciso di festeggiare la primavera del 2016 con un nuovo appuntamento, lezioni di coreano! E non solo, cercheremo anche di parlarvi di tradizioni culinarie, culturali della Corea, e perchè no, anche del KPOP. :) Iniziano a partire dalla lingua coreana. Il primo passo per impararla, è conoscere il suo alfabeto, che è nettamente diverso dal nostro.

La lingua coreana è molto antica e secondo la storia, il suo alfabeto, l'Hangul (한글), è stato progettato dal re Sejong il grande che regnò tra il 1397 e il 1450, per facilitare l'apprendimento di questa lingua. Esso è composto da 40 lettere tra consonanti e vocali, e le parole coreane si formano utilizzando blocchi sillabici che si scrivono in un ordine fisso. E' un alfabeto fonetico, ovvero ad ogni carattere corrisponde una "lettera" o un gruppo di "lettere" che ha un determinato suono.  Imparare l'alfabeto coreano non è difficile, vi consiglierò un'applicazione da scaricare sul vostro cellulare alla fine di questo primo post per fare pratica. Ovviamente ogni cosa a suo tempo. :)

giovedì 24 marzo 2016

Bubblegum - Ep.04

OzxhTiZ





Siamo giunti al quarto episodio e vi dico che ne vedremo delle belle. Ci saranno scintille e un finale... Non posso spoilerare, sennò...
Buona visione e buone vacanze pasquali :)

Gli episodi li trovate come sempre nel forum.

venerdì 18 marzo 2016

Il ColorfulSubs consiglia... "Splash Splash Love"

Ciao a tutti!
Questa volta per la sezione "ColorfulSubs Consiglia" volevo parlarvi di un drama che è andato in onda poco prima di Natale 2015 sulla MBC. E' un drama special in soli due episodi che è stato prodotto grazie ai fondi del Ministero coreano della Scienza, ICT e Future Planning. Ha avuto così tanto successo che è proprio un peccato il fatto che abbia solamente due puntate. Sarebbe molto bello avere un continuo, dato che il feel della storia è simile a quello di "Queen In Hyun's Man", quindi se vi è piaciuto quel drama, non c'è dubbo che vi godrete anche Splash Splash!

La trama
Jang Dan Bi è una studentessa delle superiori che sta studiando per passare i SATs, i test che decideranno il suo futuro universitario, ma non sembra dedicarsi tanto ai libri. E' molto indecisa su cosa fare nella sua vita, e questo la porta a decidere di non presentarsi a scuola il giorno dei test. Dan Bi desidera ardentemente un segno e una svolta, e mentre si ritrova sotto una pioggia fitta, sente dei rumori in una pozzanghera e senza sapere come, ci salta dentro. Una volta uscita dalla pozza d'acqua, si ritrova su quello che sembra il set di un film! O almeno questo è ciò che crede lei... Dan Bi infatti è tornata indietro nel tempo, all'epoca Joseon, dove la corte è in fermente attesa della pioggia che non cade da tre anni. Viene scambiata per un eunuco quando dice di essere un "gosam " (che vuol dire sia studente delle superiori che eunuco) e rischia di essere giustiziata dal re, ma riesce a salvarsi perchè il Re Se Jong capisce che può usufruire della conoscenza di Dan Bi per migliorare la matematica, la scienza e altre discipline. A Dan Bi quindi viene accordato di poter restare a corte finché non verrà a piovere. Il re e Dan Bi passano molto tempo insieme e lei gli fa apprezzare varie cose che lui dava per scontato come sovrano.

Che dire di questo drama special, molto breve ma anche molto intenso! La protagonista è interpretata da Kim Seul Gi, che abbiamo anche visto nel progetto del Colorful "Discovery of Love" del 2014. E' un'attrice molto giovane che è stata anche nel cast di SNL Corea, molto abile nei ruoli divertenti ma anche in quelli commuoventi. In questo progetto da prova di se stessa come attrice eclettica e vi farà ridere tantissimo. L'attore principale è invece Yoon Doo Joon, che fa parte del gruppo K-POP Beast. E' la prima volta che lo vedo recitare, e anche lui ha dato prova di sé nel ruolo del re che si impaurisce di fronte alla "tecnologia" come una penna, un cellulare, e altre cose che Dan Bi porta nel passato alla corte. Vestito da re mi ricorda molto So Ji Sub, si assomigliano molto! Chissà se lui è uno dei futuri idols che farà battere il cuore delle donne nel futuro dei drama.

Perchè guardare questo drama?!
Per prima cosa, per la sua brevità. Sono solo due episodi, si guardano in un giorno! ;D Secondo, per la storia semplice ma intrigante. Prima vi ho citato Queen In Hyun's Man come drama simile a Splash Splash, infatti questo crossover di epoche è già stato testato da altri prima. Ma è molto simpatico vedere cosa succede quando passato e futuro si incontrano, e chiedersi se magari qualcuno è davvero riuscito a viaggiare nel tempo. E poi non so voi, ma a me diverte molto quando un personaggio femminile deve travestirsi da uomo per sopravvivere e mostrare il proprio valore. Poi è carino dare uno sguardo alla storia coreana e ai vestiti dell'epoca Joseon, che è stata l'epoca più lunga della storia antica della Corea. Fidatevi di noi! <3 Alla prossima con un nuovo drama. ^^

giovedì 17 marzo 2016

The Three Musketeers - Ep.9-12 *Progetto Concluso*

Ci siamo, finalmente! Ecco a voi gli ultimi episodi del bellissimo drama I Tre Moschettieri, che diventa il nostro 38° Progetto Concluso!
Siamo felicissime di aver portato a termine anche quest'altro progetto e speriamo che vi piaccia!
Per questo drama inizialmente erano previste altre tre stagioni, ma pare che per problemi interni l'idea sia stata abbandonata. Perciò temevo che il finale mi avrebbe delusa, ma...!! Non aggiungo altro!
Buona visione! Al prossimo drama :)

mercoledì 16 marzo 2016

Bubblegum - Ep. 03


OzxhTiZ

Eccoci qui con il terzo episodio!
Le cose si fanno sempre più interessanti...
Vedremo una Haeng Ah un po' brilla, ma tanto simpatica, un Ri Hwan che si arrovellerà il cervello pensando al suo ruolo nella vita di Haeng Ah e un Seok Joon, ex di Haeng Ah ancora "molto" interessato a lei,  che non se ne starà di certo con le mani in mano! Tant'è che proprio davanti a Ri Hwan...

Che il match abbia inizio!
Buona visione! :)

Come sempre gli episodi li trovate nel Forum ;)

domenica 13 marzo 2016

"Spotlight on":



Riflettori Puntati Su:


L’adorabile Park “Pig” Shin Hye, protagonista di Pinocchio!
Conosciamola meglio:


Nome: Park Shin Hye
Data di nascita: 18 Febbraio 1990
Luogo Di Nascita: Corea del Sud
Altezza: 163 cm
Gruppo Sanguigno: A
Professione: Attrice/Modella/Cantante
Famiglia: suo fratello maggiore è Park Shin Won, chitarrista di IU e membro della Cho Hyung-woo's band.

Award Vinti per la recitazione in: The Royal Tailor, Pinocchio, The Heirs, Miracle in Cell No.7, Don't Worry, I'm a Ghost, Heartstrings e Cyrano Agency

Quand’era in sesta elementare le fu consigliato dal suo insegnante di inglese di partecipare all’audizione per l’agenzia musicale del cantante pop Lee Seung-Hwan, "Dream Factory". Fatta l’audizione a Seoul fu presa e iniziò a studiare recitazione, canto, chitarra e tastiera.
Nel 2003 debuttò nel videoclip "Ggot" (Flower) di Lee Seung-Hwan. Nello stesso anno vinse anche un’audizione per il ruolo da bambina della protagonista in un drama della SBS: "Stairway to Heaven". Park Shin-Hye venne scelta tra 250 contendenti. Il Drama fu un successone, con ratings al di sopra del 40%. Fu così che le si aprirono le porte dell’industria dello spettacolo. Eppure dovette attendere il 2009 per vedere accrescere la sua fama e notorietà grazie al drama You’re Beautiful della SBS. Da lì è stato un crescendo che dura tuttora!
Park Shin Hye al debutto

Quali serie e film possiamo trovare tradotti in italiano?

Partiamo dai film

Love Phobia – Domabaem tradotto dal PuddingPuddingFansub.
Cyrano Dating Agency tradotto dal MIST fansub e dall’Aigoo Aigoo Blog.
Miracle in Cell No.7 tradotto dal MIST Fansub.
The Royal Tailor tradotto dall’Oasi Fansub.
The Beauty Inside tradotto dal J-Otaku Fansub.

Proseguiamo e concludiamo coi  K-drama:

Tree of heaven tradotto dall'Asian World
Goong S tradotto dal DAFansub
You’re Beautiful tradotto dal DDISB + BakaGirls Fansub
Heartstrings tradotto dall’Oasi Fansub
Flower Boy Next Door tradotto dal Colorful Subs
The Heirs tradotto dal DramaWorld e dal DSS-Italian Team
Pinocchio tradotto dal Colorful Subs


Intervista con Park Shin Hye 

Hai debuttato in giovane età e da allora ne è passato di tempo. Il tempo per te è volato o no?
“Penso sia trascorso con un ritmo adatto. Ci sono cose che rimpiango e cose di cui sono soddisfatta. Dato che c’è un buon equilibrio, è divertente.”

Cosa diresti a chi debutta in giovane età?
“Godetevi la vita. Onestamente il come si vive nell’adolescenza condiziona il come si vivrà nei propri 20 e 30 anni. Quindi uscite molto con gli amici e viaggiate con i vostri genitori.”

Questi consigli derivano dalla tua esperienza. Lee Seung Hwan, il tuo manager al Dream Factory, ti ha sempre detto di vivere secondo la tua età. 
"È stato naturale per me frequentare la scuola, il mio manager mi ha detto che era giusto andare a scuola alla mia età. Non voleva che la mia vita fosse concentrata solo sullo showbiz. Lo volevano anche i miei genitori. Grazie a loro ho amici del liceo e dell’università." 

Quando filmavi i drama, però, non potevi frequentare la scuola. Eppure hai sempre voluto fare le stesse esperienze dei tuoi coetanei.
"Volevo andare a scuola ed essere normale. È divertente incontrare nuove persone in metro. Volevo sentirmi libera fino a 20anni. È divertente socializzare con altre persone della propria età. Mi piace andare a ballare per scaricare lo stress e bere con gli amici."

Riguardo gli studi sei al tuo settimo anno all'università e ancora non ti laurei. 
"Sono ormai l'alunna più anziana, vengo chiamata “Noona!”e trattata come fossi un’antenata... tutto ciò ha portata ad una considerazione molto semplice: Devo laurearmi quanto prima!"

Park Shin Hye è nota per avere un’immagine di attrice alla mano e in salute.  Ha dichiarato che le piacciono molto gli sport.  In particolare lo sci acquatico, il cilcismo e andare a pesca con suo padre. Pare abbia molti amici maschi per via della sua personalità, ma ha rivelato che "I miei amici maschi sono così impegnati che raramente riesco a vederli. L’unica persona con cui sono molto vicina è Jun Hyung dei B2ST.

Finito di girare un film o un drama cos’è che ti piace più fare? 
"Non sono mai a casa. Faccio di tutto per stancarmi fisicamente in modo da poter dormire sonni profondi. Se non lo facessi non sarei in grado di liberare la mente dal lavoro appena terminato. Faccio esercizio fisico e incontro gli amici. Dopo 'Heirs,' ho anche imparato a fare composizioni floreali. 
In realtà perdo le forze ogni volta che finisco di girare un lavoro. Mi sento come trascinata nella parte (è come se fossi ancora in quel ruolo). Gli attori spesso viaggiano dopo aver finito le riprese, no? Anch’io ho pensato di viaggiare, ma poi ho avuto l’opportunità di fare volontariato per cui ho scelto il volontariato. Sono stata in Nepal e in Ghana. Dopo esser diventata ambasciatrice onoraria della ‘KFHI’ (Korean Food for the Hungry International), ho imparato ancora una volta che ci sono tanti bambini che soffrono la fame. Ecco perché ho pensato di andare. 
I bambini in Ghana sono buonissimi. Quando sono andata era la stagione delle pioggie, la più fertile. Un’altra volta era la stagione asciutta e non avevano nulla… Questa volta ho potuto vedere I bambini correre nel verde. Anche se ogni bambino era magrissimo senza cibo a sufficienza erano così solari... Vederli mi ha infuso molto coraggio e li ho ricambiati con caldi sentimenti."

Che tipo sei?
"Sono un tipo allegro e solare. Mi piace indossare accessori semplici e scelgo accessori che mi stiano bene. Mi piace prendermi cura delle mie cose. Sono molto irascibile. Mi dò una B+ come bellezza. Tra sexy e innocente sono innocente, anche se penso di essere nella fase di transizione verso il tipo sexy…
La verità è che vorrei sentirmi dire che sono sexy, come penso che tutte le donne vorrebbero sentirselo dire... Una volta ogni tanto vorrei sentirmelo dire.
Sono un po’ birichina e per questo i miei coprotagonisti mi dicono che sono un maschiaccio. Ho, però, anche un viso femminile. Perciò le persone mi dicono spesso “sei una donna, quindi per favore resta tale”. Penso di avere entrambi i volti xD"

Dopo You’re Beautiful sei stata definita per la sempre più crescente fama la “Next generation Hallyu queen”. Sei consapevole della tua fama? 
"Più o meno. Quando sono andata in Ghana sono passata per Dubai e lì delle persone mi hanno riconosciuta. Usando i social sapevo di avere fan a Singapore, ma mai avrei immaginato di averne a Dubai. Ho capito quanto grande fosse stata l’influenza di “You are beautiful”.

Hai il ragazzo? 
"Ho frequentato qualcuno di nascosto, ma ora non ne ho uno. Sono il tipo che non riesce a far niente quando lavora.  Non riesco ad andare a scuola né a vedere i miei amici.  Per questo motivo penso non sarebbe positivo se mi frequentassi con qualcuno, per nessuno dei dueAd esser onesti non ero in grado di concentrarmi sui sentimenti dell’altra persona perché molto impegnata col lavoro e non avevo tempo all’infuori del lavoro. Ripensandoci sono stata egoista. Anche il mio modo di comportarmi all’epoca non è stato proprio carino. 
Le mie relazioni non durano perché quando lavoro su un progetto mi concentro così tanto su di esso che non riesco a concentrarmi su altre cose, anche cose come chiamare i miei familiari. Frequentarsi non significa solo vedersi perché c’è attrazione, devi sforzarti e sacrificare il tuo tempo per il tuo partner. Ed io non sono brava a concentrarmi su altro quando ho qualcosa in testa. Ecco perché a volte non contatto neanche i miei amici o la mia famiglia. 
Ho capito cosa significa stare con qualcuno e dover rompere quando ho recitato la scena con Choi Dal Po in 'Pinocchio.' Ho pianto tanto e faceva male."

Preferisci uomini più grandi, coetanei o più piccoli? 
“Preferisco i miei coetanei o gli uomini più grandi da frequentare. Sono più rilassata con loro. Mi piace una persona su cui possa contare. Non penso potrei uscire con uomini più giovani.”

Riguardo l’amore cosa pensi?
"Sogno un amore da drama, pur sapendo che non esiste nella realtà, ma penso di mettercela comunque tutta per avere quel tipo di amore."

E del matrimonio?
"Annuncerò il mio matrimonio poco prima di farlo. Odio che le persone che mi stanno intorno possano essere criticate per via del mio lavoro. 
Voglio sposarmi intorno ai 31anni, anche se quand’ero più piccola volevo sposarmi prima, intorno ai 23. Anno dopo anno trovo nuove cose da fare e realizzare e il pensiero del matrimonio scompare. Ma non voglio sposarmi troppo tardi. Voglio sposarmi dopo aver viaggiato da sola, incontrato numerose persone e aver fatto esperienza di tante cose e quando sarò certa di poter essere responsabile di me stessa.
Mi piacerebbe un matrimonio come quello dei miei genitori. Mio marito dovrebbe avere più o meno la mia età. Volevo essere come i miei genitori, ma vedendo i timbri sul mio passaporto ho pensato di voler fare di più. Il matrimonio non è la mia priorità
Penso che tutti pensino al matrimonio quando arrivano ai trent’anni. Diventerò una brava moglie, ma prima dovrò scegliere tra il lavoro e il matrimonio, vero?
In più c'è un'altra cosa: sfortunatamente nessuno sembra sia interessato a me. Suppongo non sia un bene aver tanti amici maschi. Vuol dire che non sono attraente come donna. Mi piacerebbe davvero sapere se non ho charm femminile."

Tipo ideale?
"Mio padre è il mio tipo ideale. È un grand’uomo, ma è mia madre che lo supporta. Lei ha fascino, amore e dice belle parole. Quand’ero piccola spesso mi mettevo tra mamma e papà e mi facevo abbracciare da mio padre. Lo faccio ancora, anche se meno spesso che in passato. Spesso seguivo (mi attaccavo a mio padre). È molto alto. Quando litigo con mia madre a volte ne parlo con lui. 
Mi piace guardare le persone negli occhi, quindi per me gli occhi sono importanti. Mi piacciono gli uomini che sorridono con gli occhi e quelli che hanno un bel sorriso. Voglio incontrare uomini del genere."

Parlaci della tua vita professionale
"Prima davanti alle telecamere ero nervosa, ora sono molto più rilassata. Di mio ho molti modi di reagire e tante espressioni facciali, per cui posso mostrare con naturalezza reazioni che si addicano alla recitazione degli altri. 
I miei personaggi li preparo in anticipo. Per esempio per Heartstrings ho imparato davvero a suonare il gayageum e mi sono venute anche le vesciche. (Park Shin-Hye durante le riprese di Heartstrings ha avuto anche un incidente. Ciononostante ha continuato a lavorare continuando ad indossare gonne lunghe in piena estate per evitare di mostrare le lividure e le caviglie che si gonfiavano per lo star a lungo in piedi).
Non sono brava nelle scene di pianto. Ho iniziato a recitare quand’ero piccola, ma all’epoca non sapevo come esprimere al meglio le scene emozionali. Tendevo ad interpretare ruoli con un’età superiore alla mia effettiva, ma non conoscevo la malinconia dell’amore o la tristezza della perdita di una persona cara. Inoltre, gli attori devono piangere benissimo, cosa alquanto complicata. Sono stata spesso ripresa dai registi al riguardo, per cui piangere è diventato un trauma per me, una pressione mentale del tipo “devo piangere bene.”

Per il futuro che progetti hai?
"Voglio continuare a scegliere ruoli che mi si addicono. Vorrei anche provare ruoli d’azione, suspense e anche le pesanti soap opera."


E infine qualche... Curiosità su Park Shin Hye
1.       Ai tempi del liceo era una normalissima studentessa, nonostante avesse già iniziato la sua carriera d’attrice, ed era nota col soprannome di "Park Pig", per via della sua passione per il cibo.
2.       Park Shin-Hye ha riferito in un’intervista che il suo personaggio in "You’re Beautiful" rifletteva la sua personalità per un 80% circa e a detta del regista di "You’re Beautiful" Park Shin-Hye è stata presa per la personalità solare e il suo eccellere nella danza e nel canto.
3.       Quando Park Shin-Hye ha vinto gli award per Heirs ha ringraziato suo padre, sua madre, suo nonno e sua nonna, ma ha dimenticato di nominare suo fratello. Ovviamente ci è rimasto male.
4.       Nelle interviste fatte per la promozione del film "Cyrano Agency," Park Shin-Hye ha dichiarato che con la sua giovane età e inesperienza nel girare film, non sentiva il bisogno di avere un ruolo da protagonista.
5.       Park Shin-Hye ha anche dichiarato che i coetanei che ammira sono l’attore Park Hie-Sun e l’attrice Ko Du-Shim.

E anche per questa volta il nostro ormai consueto appuntamento con questa rubrica termina qui. 
Al prossimo spotlight on... 
Chi sarà il prossimo/a protagonista? Restate connessi e lo scoprirete ;)

P.S. Potete proporre anche voi gli attori/attrici che vorreste vedere sotto i riflettori. Vedremo di accontentarvi ;)

venerdì 11 marzo 2016

Producer - Ep.2

Scusate l'enorme ritardo! Finalmente possiamo riprendere questo drama >_<
Eccovi l'episodio 2 :)
Buona visione a tutti!

martedì 8 marzo 2016

Bubblegum - Ep. 01 e 02

Buona festa delle donne!
Si parte con il primo dei nostri nuovi progetti: Bubblegum :)
Godetevi questi primi 2 episodi ;)
Buona visione!

Gli episodi, come sempre, li trovate nel FORUM

lunedì 7 marzo 2016

“il Colorful Subs consiglia…”

I Hear Your Voice
Questo K-Drama risale al lontano, ma non troppo, 2013 e in quell’anno fu uno dei drama più visti. Tale fu il boom di ascolti (29% di ratings il picco, al primo posto tra i programmi più visti dal terzo episodio in poi) che se ne decise l’ampliamento da 16 a 18 episodi.
A cosa fu dovuto il successo? Sicuramente ad una buona sceneggiatura accompagnata da un’ottima recitazione. Gli attori furono, infatti, pluripremiati. Le ost e le theme song, poi, sono molto carine e accattivanti. Possiamo, infine, aggiungere come complici i vari generi tra cui questo drama spazia: dal legal-thriller alla noona romance al fantasy allo slice of life. Tutti questi elementi messi insieme hanno permesso ad I Hear Your Voice di essere un prodotto vincente! 

Ma addentriamoci nella trama: Park Soo-Ha (Lee Jong-Suk) è uno studente delle superiori dotato di un potere speciale: saper leggere nel pensiero. “Ci sono due suoni che esistono nel mio mondo. Uno è quello che tutti possono sentire e l’altro è quello che solo io posso sentire”. È un potere che a volte, però, si rivela un’arma a doppio taglio, vedere per credere. Il suo scopo nella vita è ritrovare Jang Hye-Sung (Lee Bo-Young) per poter mantenere la promessa fattale dieci anni prima: “Ti proteggerò”.
Perché mai dovrebbe voler proteggere a distanza di anni qualcuno che neanche si ricorda di quella promessa? E soprattutto da cosa o da chi? È presto detto: Hye-Sung insieme ad una sua compagna di scuola Seo Do-Yeon (Lee Da-Hee) si trovano ad esser testimoni dell’omicidio del padre di Soo-Ha e a sventare quello dello stesso Soo-ha grazie allo scatto di una foto. L’omicida, tale Min Joon-Kook (Jung Woong-In), accortosi della presenza delle ragazze le insegue e le minaccia di morte per evitare che venga loro in mente di testimoniare contro di lui.
Sorge subito, quindi, un dilemma interiore nelle due ragazze: Testimoniare o non testimoniare? Mettere o non mettere a repentaglio la propria vita per la causa della giustizia?
Si sa che non siamo tutti uguali al mondo e infatti anche Hye-Sung e Do-Yeon sono completamente diverse.
Hye-Sung sceglierà di testimoniare perché “Conoscere la verità e agire come se non la si conoscesse, è qualcosa di imperdonabile”, a Do-Yeon, invece, mancherà il coraggio. Tuttavia la scelta di Hye-Sung, com’è facilmente intuibile, scatenerà l’ira funesta di Min Joon-Gook al punto che le giurerà vendetta.
Passano gli anni, dieci per la precisione, e Hye-Sung è diventata un avvocato sulla carta, perché nessuno sano di mente la sceglierebbe in quanto è un avvocato demotivato e menefreghista. Ovviamente il suo stipendio non è dei migliori e proprio per questo deciderà di partecipare al concorso per diventare difensore d’ufficio, lavoro ben retribuito, spinta anche dalla madre disperata. (Quale madre non lo sarebbe con una figlia così? xD)
Proprio al concorso fa la conoscenza di Kwan-Woo (Yoon Sang-Hyun), un ex-poliziotto che ha deciso di darsi alla difesa d’ufficio, mosso dalla passione di difendere chi non ha nessuno. L’opposto, in pratica, della nostra protagonista, attirata solo e soltanto dalla paga.
Caso vuole che entrambi vengano scelti per ricoprire il ruolo di difensori d’ufficio (Sul perché lui venga scelto non ci sono dubbi, sul perché lei venga scelta sta a voi scoprirlo, viste le premesse che vi ho fatto). 
Questo ruolo porterà loro notorietà tanto che le loro foto finiranno dritte dritte sul giornale. Il che permetterà a Soo-Ha di vedere finalmente in volto Hye-Sung. Ma non sarà il solo! I giornali arrivano anche in carcere e quindi anche Min Joon-Gook, prossimo al rilascio, avrà modo di vedere finalmente il volto della persona che l’ha fatto sbattere in galera e che lui non ha mai dimenticato…e soprattutto non ha dimenticato i suoi "buoni" propositi verso di lei, ma mi fermo qui! Il resto lo lascio a voi. 

Dopo questo breve, si fa per dire xD, excursus sulla trama spendiamo qualche parola sui personaggi dando loro voce…

Soo-Ha è un tipo caparbio, un po’ infantile, ma avrà tempo di maturare nel corso del drama, in lotta con se stesso per non diventare come Joon-Gook al quale dirà: “Sono diverso. Non vivrò come una bestia come te”. Al suo fianco avrà la sua noona, Hye-Sung da lui stesso definita come: “ snob al limite dell’incredibile, rude e senza un minimo di modestia, ma quella persona ha iniziato a combattere per la verità. Mentre nuotavo nell’oscurità è diventata la mia luce e la mia strada. Senza quella persona, non sarei mai arrivato fin qui. Grazie a quella persona ho imparato quanto sia importante ascoltare le persone.” Soo-Ha è anche l'uomo delle promesse: “Ti proteggerò” e “Non vivrò mai come una bestia”. 
D’altronde il suo faro è Hye-Sung la quale è dell’idea che: “Tutte le tue ragioni scompaiono quando uccidi qualcuno
Lei è una tipa che sa bene che non è possibile vivere secondo la legge del taglione: Occhio per occhio e dente per dente. Se vivessimo secondo questa legge allora il mondo sarebbe cieco”, anche se non sempre la giustizia è dalla parte delle vittime perché “Dopo che si diventa vittime tutte le regole sono solo merda di cane. Gli avvocati sono tutti stronzi ed anch’io sono quel tipo di avvocato stronzo.” 
Però non vale comunque la pena “odiare qualcuno tanto da rovinarsi la vita. Una volta che una persona nasce in questo mondo, la vita non è abbastanza lunga per amarsi gli uni gli altrie amarsi è molto meglio che odiare qualcuno lasciandosi consumare dall’odio.

Poi c'è LUI: Psycho, Joon-Gook che ha fatto della vendetta lo scopo della propria vita. Sarebbe potuto essere un uomo diverso? Le cose sarebbero potute andare diversamente? A detta dell’avvocato Cha (uomo dotato di grande passione per il suo lavoro, di sensibilità, a volte un po’ ingenuo, ma veramente adorabile e sempre pronto a battersi per chi non ha nessuno) “Joon Gook non aveva nessuno, nessuno si fidava di lui, nessuno lo ascoltava, nessuno lo amava e non aveva nessuno da proteggere. Ma se avesse avuto quella persona, avrebbe vissuto la sua vita in modo diverso. 

Infine c’è Do-Yeon, la ragazzina che non aveva avuto il coraggio di testimoniare e che dopo dieci anni è diventata procuratrice. Si è professionalmente realizzata eppure sente forte la rivalità (la cosa è reciproca in realtà) con Hye-Sung che ha vissuto a testa alta, sempre.
Guardarsi allo specchio non è sempre facile, specie se pur conoscendo la verità si è fatto di tutto per ignorarla.
Usando le parole dell’Avvocato Cha Sapere che hai torto, ma perseverare nel non ammetterlo: vivere in questo modo porta a non aver più nessuno dalla propria parte e Do-Yeon lo impara a sue spese fino ad arrivare ad ammettere: “Ho capito quanto terribile sia non ammettere i propri sbagli”. Quali siano questi sbagli lo lascio scoprire a voi. 
Che dire di più? Vi svelo qualche curiosità: I Hear Your Voice ha più di una cosa in comune con un drama da noi tradotto. Quale? Pinocchio. Cos'hanno in comune? Innanzitutto il protagonista, Lee Jong-Suk, poi l’attore Kim Kwang-Kyu e un cammeo di Yoon Sang-Hyun e Jung Woong-In, lo sceneggiatore Park Hye-Ryun, il regista Jo Soo-Won, le ost degli Every Single Day e infine l’elemento fantasy.  

Perché vederlo? In primis se vi è piaciuto Pinocchio avete un motivo in più per guardarlo, ma anche se non vi è piaciuto Pinocchio dategli comunque una possibilità, merita. In secundis è una bella storia, ricca di spunti di riflessione, di suspence, di tenerezza, di momenti belli e meno belli, di gioie e di dolori, come nella vita vera. Lo consiglio, infine, anche per tutti i suoi personaggi, mai statici, ma in continua evoluzione, per il loro essere umani, per le lezioni di vita che ci impartiscono, per i messaggi che l’intera storia ci trasmette, tra cui quello espresso dal giudice Kim (il prezzemolino della serie): 
Penso anch’io che la legge debba essere rigida, ma credo anche che la legge dovrebbe avere un cuore”.
E con questa frase mi congedo augurandovi una
Buona Visione (Perché lo guarderete, vero? *.*) e un
Buon inizio settimana a tutti :)
Al prossimo consiglio ;)

My Golden Life - Ep.04

GENITORI BIOLOGICI VS GENITORI ADOTTIVI Come reagireste se un giorno qualunque vostra madre vi dicesse che non è la vostra madre biolog...